Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.

L'impianto di Cremazione

Tea gestisce il forno crematorio di Mantova, sito presso il Cimitero Monumentale di Borgo Angeli.
L’impianto è stato interessato da un importante processo di modernizzazione e miglioramento attraverso la realizzazione di un nuovo impianto di cremazione in sostituzione di quello esistente, ormai obsoleto, ma destinato ad essere conservato nel vecchio tempio a memoria della storia della cremazione nella nostra città, iniziata fin dal 1887.

Dall’autunno 2008 è in funzione il nuovo impianto di cremazione che sostituisce il forno, ormai obsoleto, costruito nel 1930 su progetto dell’ingegner Aldo Badalotti.
Strutture all’avanguardia sono state collocate in più ampi spazi necessari a far fronte a una domanda sempre più crescente di servizi di cremazione, intesa anche come riduzione di resti inconsunti dopo la prima sepoltura. Le recenti normative sulla dispersione delle ceneri e l’affidamento delle stesse, hanno contribuito a dare impulso alla realizzazione del progetto.

Tempi di realizzazione

I lavori di costruzione sono iniziati il 09 febbraio 2007 e terminati il 02 settembre 2008.

Caratteristiche dell’impianto

La costruzione è ubicata sul lato ovest del cimitero principale di Mantova, in posizione diametralmente opposta rispetto al precedente impianto di inizio Novecento, e sicuramente più facilmente raggiungibile dall’ingresso principale sul fronte con via Cremona. Il fabbricato, a pianta rettangolare, di disegno semplice e pulito , copre oltre mille metri quadrati ed è costituito da una sala forni, uffici amministrativi, locali di ricevimento e di attesa per i familiari con un ampio spazio per la celebrazione del rituale di commiato, capace di ospitare anche più cerimonie in contemporanea.
Il nuovo forno è stato realizzato per contenere il dispendio energetico; è garantita la massima silenziosità grazie all’impiego di tecnologie all’avanguardia per la ventilazione e l’estrazione dei fumi.
Parte del calore prodotto dai processi di combustione verrà recuperato e riutilizzato all’interno del fabbricato, per la produzione di acqua calda ad uso riscaldamento.
Il processo di cremazione ha una durata di circa 1 ora e 30 minuti; per i familiari è possibile assistere alle fasi di cremazione da una saletta debitamente attrezzata per la trasmissione delle immagini attraverso un video. Il nuovo impianto ha portato maggiore qualità al servizio offerto per effetto di una funzionale organizzazione degli spazi e dei percorsi tale da garantire sempre, a familiari e visitatori, riservatezza, cortesia ed assistenza adeguate. Anche l’aspetto operativo è di gran lunga migliorato, essendo tutta la gestione organizzata dal punto di vista logistico, a partire dal ricevimento della salma fino all’estrazione delle ceneri. E’ previsto un locale per la custodia delle salme in attesa di cremazione, all’interno di una sala climatizzata e accessoriata con staffature in ferro, atte ad ospitare i cofani.